Documenti prodotti

 
L’informazione è uno degli strumenti di partecipazione, volto a sostenere la diffusione delle conoscenze sviluppate, delle metodologie utilizzate e dei risultati raggiunti nel processo di aggiornamento del PTA 2016.

In questo spazio sono pubblicati, in ordine cronologico ed iniziando dal più recente, i documenti elaborati nel corso della pianificazione. 
Luglio 2017

"Relazione di sintesi sulle attività svolte al 20 luglio 2017", dove viene fatto il punto del processo di pianificazione partecipata volta all'aggiornamento del Piano di tutela delle acque. Il documento presenta la fotografia dello stato di salute delle acque, gli obiettivi ambientali, i principi strategici delle pianificazione della tutela delle acque e le misure previste. Sono inoltre contenute delle schede che integrano le criticità e le proposte espresse dai portatori di interesse, il risultato dalle analisi conoscitive e delle successive elaborazioni svolte dall'amministrazione regionale, e le indicazioni emerse dai lavori dei tavoli tecnici partecipati. In ciascuna scheda si riassumono, per ciascuna delle principali pressioni significative individuate:
  • la principale determinante che causa la pressione
  • le criticità individuate come risultato del lavoro svolto per l’identificazione delle pressioni e del conseguente rischio di non raggiungimento degli obiettivi ambientali fissati dalla Direttiva Quadro delle Acque
  • le criticità individuate dai diversi portatori di interesse nel corso del processo di partecipazione pubblica sinora compiuto 
  • il quadro delle macrocriticità condiviso tra amministrazione e portatori di interesse
  • le proposte elaborate dai diversi portatori di interesse nel corso del processo di partecipazione pubblica sinora compiuto 
  • il quadro delle macroproposte, che saranno oggetto dei lavori conclusivi dei tavoli tecnici partecipati che si riuniranno nel mese di settembre. 
Scarica la relazione:
Dicembre 2016

"Sintesi delle principali criticità e proposte per l'aggiornamento del Piano di Tutela delle Acque"; il documento propone un quadro riassuntivo ed aggiornato delle principali criticità determinate dalle attività umane sui corpi idrici valdostani e delle possibili macrorisposte, entrambe come sintesi dell’integrazione dei risultati ottenuti da un lato, dalla complessa attività compiuta dall'amministrazione regionale per l’identificazione delle pressioni e le successive elaborazioni e, dall'altro lato, dall'importante lavoro svolto dai diversi portatori di interesse nel corso del processo di partecipazione pubblica compiuto fino ad oggi. In occasione della revisione del Piano di gestione del distretto idrografico del fiume Po (PdGPo 2015), anche in Valle d’Aosta è stato effettuato un aggiornamento delle informazioni, delle analisi e delle conseguenti elaborazioni relative al sistema dei corpi idrici regionali. Nel 2015 l’ARPA VdA ha modificato la rete di monitoraggio, allo scopo di renderla più funzionale agli scopi della direttiva; si è quindi proceduto a rivedere il lavoro di analisi svolto in fase di aggiornamento e revisione del PdGPo2015, che si era basato sulla precedente rete e su dati aggiornati al 2014, e ad approfondire le tematiche specifiche del territorio regionale.



Aprile 2016

"Relazione preliminare per la consultazione pubblica". E' il primo documento presentato in questo sito, con l’intento di fornire al pubblico le informazioni utili ad avviare il processo di partecipazione all'elaborazione del piano. La relazione fornisce una panoramica di sintesi sullo stato di attuazione del primo Piano di tutela delle acque (PTA 2006), sugli elementi di novità del PTA 2016 (evoluzione normativa, quadro conoscitivo e metodi di analisi), sulle finalità e obiettivi generali, ambientali e specifici del PTA e sulle tipologie di intervento previste. Vengono inoltre proposte all'attenzione del pubblico le componenti ambientali interessate ed i  possibili effetti derivabili dalla realizzazione del PTA. Infine vengono date delle prime indicazioni sul sistema di monitoraggio degli effetti ambientali e socio-economici e di valutazione della sostenibilità del PTA 2016.

Il pubblico interessato è invitato ad inviare eventuali osservazioni (tramite il questionario Osservazioni alla Relazione preliminare) per contribuire alla costruzione del PTA 2016.





Foto: Gressoney-Saint-Jean